Skip to content

Spedizione GRATIS per ordini pari o superiori a 67€

5 falsi miti da sfatare sull’olio extravergine di oliva

5 falsi miti da sfatare sull’olio extravergine di oliva

Nel mondo dell’olio extravergine d’oliva, sono diffusi numerosi miti e false credenze.

Tanti credono ancora in affermazioni prive di fondamento che portano a commettere errori in fase di scelta.

Ecco perché oggi vogliamo chiarire alcuni dei più comuni equivoci, guidandoti verso una conoscenza più autentica dell’olio EVO.

Indice dei contenuti

L’olio verde è più buono

I degustatori esperti, per non essere influenzati durante la valutazione, prediligono bicchieri opachi per assaporare l’olio.

Ciò dimostra che il colore, variabile dal verde al giallo, non determina la qualità dell’olio extravergine d’oliva. La qualità dipende piuttosto da elementi come il tipo di olive, la loro maturazione, il suolo su cui crescono, le pratiche di estrazione e come l’olio è conservato.

Queste variazioni cromatiche sono il risultato dei pigmenti naturali presenti nelle olive, quali clorofille e caroteni, che non incidono sul valore dell’olio.

L’olio EVO amaro non è buono, se pizzica vuol dire che è acido

L’amaro e il pizzicore sono caratteristiche che indicano che l’olio extravergine è di qualità. E’ segno della presenza di antiossidanti come i polifenoli, che hanno un effetto benefico per la salute. L’acidità dell’olio, invece, è misurata scientificamente e non è percepibile al gusto. In realtà vale esattamente il contario: più l’acidità è alta e meno sentirai il pizzocore.

L’olio fatto come una volta è più genuino

Questa convinzione è radicata in molti aspetti della nostra cultura, soprattutto quando si parla di cibo. Tuttavia questa regola non è sempre una garanzia di qualità, come nel caso dell’olio extravergine di oliva!

Qualità intesa non solo come sapore ma come sicurezza, affidabilità e tutela per consumatori e prodotto. La vasta gamma di regolamenti e standard che regolano ogni fase della produzione assicura che solo gli oli che superano controlli severi e seguono pratiche certificate raggiungano il consumatore.

Vedi anche: https://www.oilala.com/estrazione-freddo-macine/

L’olio non filtrato è più buono

Questo è un falso mito molto diffuso. La filtrazione rimuove impurità che possono accelerare l’ossidazione e deteriorare l’olio nel tempo. Per questo un olio non filtrato va consumato in tempi brevi

Ma questo non vuol dire necessariamente che un olio filtrato sia meno buono di uno non filtrato.

Tutti gli oli extravergine sono uguali

Questo è un falso mito che sentiamo spesso ultimamente. In realtà ci sono grandi differenze tra gli oli extravergine in base alla varietà di olive, alla regione di produzione, alle tecniche di coltivazione e estrazione. Un olio extravergine di qualità ha un profilo unico di aromi e sapori che lo distingue da altri.

Vedi anche: https://www.oilala.com/riconoscere-olio-extravergine/

Questi sono alcuni dei miti più diffusi sull’olio extravergine.

Riconoscere le informazioni errate è fondamentale per evitare decisioni sbagliate quando si sceglie l’olio. Che si tratti di credenze popolari o di tattiche commerciali, è essenziale essere informati correttamente sull’olio EVO per fare scelte consapevoli.

Scopri il nostro olio per l’uso giornaliero in cucina

“Perfetto per cucinare piatti gustosi e sani è l’ideale per il consumo giornaliero. Esalta qualsiasi pietanza, donando alle preparazioni una lieve nota erbacea e sentori di mandorla tostata”

Ecco la nostra proposta per: Olio extravergine di oliva 100% Italiano

  • Olio extravergine di oliva “Maioliche” 100% Italiano

    18,50
    Scopri di più
  • Olio Extravergine di Oliva 100% Italiano 5lt – Bag in Box

    74,00
    Scopri di più

 

Categorized: Blog Oilalà