(+39) 0883 1984369 info@oilala.com

Abbiamo parlato nel nostro blog delle diverse varietà di olive coltivate sul territorio pugliese, dei prodotti tipici del territorio e anche dei prodotti a marchio DOC e IGP che attestano la gran qualità della produzione agricola di questa splendida regione e la successiva manipolazione che riesce a rendere prodotti unici.

Adesso è il momento di rendere giustizia alle terre di Puglia parlando del perché la sua economia sia basata fondamentalmente sull’agricoltura e del perché, ancora oggi dopo migliaia di anni, la terra sia così fertile e ben disposta a far fiorire la vita.

La Puglia è la regione d’Italia meno montuosa, con solo il 2% di superfice occupato dalle montagne. Già questo particolare basterebbe per spiegare la disponibilità di terre da dedicare all’agricoltura. Il segreto però è un altro: la terra rossa.

Chiunque abbia visitato la Puglia almeno una volta avrà notato il colore rossiccio della terra che circonda gli olivi e le altre coltivazioni. In geologia si definiscono terre rosse alcuni suoli residuali, con una forte presenza di terreno argilloso. La terra è rossa in quanto ricca di ossidi di ferro, in antichità usati anche come pigmenti coloranti. La terra rossa è tipica delle aree con clima mediterraneo e la sua caratteristica principale è quella di avere un ottimo drenaggio, caratteristica che si sposa particolarmente bene con i vigneti e gli uliveti. In Puglia infatti si stima esistano ben 60 milioni di ulivi: circa 15 per ogni pugliese! Il clima mediterraneo e la bassa piovosità si aggiungono alla fertilità della terra per ottenere il giusto equilibrio e fare in modo che i prodotti sulla terra di Puglia possano crescere rigogliosi, anche senza uso di medicinali o pesticidi.

Noi di Oilalà rispettiamo la nostra terra e la curiamo in modo che possa continuare a darci nel tempo i prodotti che il nostro lavoro trasforma in soddisfazioni e orgoglio.